Elon Musk in Brasile per l’Amazzonia incontra Bolsonaro

Elon Musk in Brasile per l’Amazzonia ha incontrato il Presidente  brasiliano Bolsonaro. L’incontro si è svolto nelle vicinanze di San Paulo ed è stato fortemente voluto dal ministro delle comunicazioni brasiliano Fabio Faria. L’idea del ministro delle comunicazioni è infatti quella di utilizzare le capacità tecnologiche di Space X, per consentire di raggiungere 19.000 istituzioni di formazione. Infatti a tutt’oggi la stragrande maggioranza degli istituti scolastici che si trovano in Amazzonia, non sono raggiunti da internet. L’incontro inoltre per mettere le basi di uno sviluppo socio economico delle popolazioni che risiedono in Amazzonia. Il Presidente Bolsonaro è stato fortemente criticato per avere dato impulso alla deforestazione dell’Amazzonia. Ma ha sempre dichiarato trattarsi di una mistificazione dei suoi intenti.

Il messaggio di Elon Musk

Elon Musk, durante la sua visita in Brasile, ha scritto sul suo profilo Twitter: “Sono super entusiasta di essere in Brasile per il lancio di Starlink per 19.000 scuole non collegate nelle aree rurali e il monitoraggio ambientale dell’Amazzonia”. La notizia di questa importantissima azione di sviluppo delle aree rurali del Brasile, è stata ignorata dagli organi di informazione italiani, storicamente vincolati alla sinistra. Però appare un avvenimento veramente storico. Utilizzare le possibilità tecnologiche offerte dall’industria spaziale privata, per dare quanto ormai assolutamente indispensabile alla formazione delle nuove generazioni. Questa iniziativa voluta dal ministro delle comunicazioni brasiliano Fabio Faria, potrà essere estesa ad altre aree difficilmente raggiungibili del pianeta.

Bisogna considerare anche con estrema attenzione la seconda parte del progetto di Elon Musk, che è stato concordato con le autorità brasiliane. Cioè il monitoraggio dai cieli dell’Amazzonia.

Elon Musk in Brasile per l’Amazzonia in un futuro sostenibile

Per riuscire a gestire in forma logica e appropriata, quella che è una delle grandi aree verdi del mondo. Infatti la Foresta Amazzonica, insieme alla taiga siberiana, si possono considerare le due maggiori fonti vegetali di ossigeno del pianeta. Tutte le attività illegali che si svolgono in Amazzonia, sono monitorate da diverse entità incaricate. La Polizia Federale brasiliana, così come lente spaziale di quel paese e per finire l’Ibama che è il regolatore ambientale. Molto spesso abbiamo sentito dire dell’aumento della deforestazione durante la presidenza Bolsonaro.

Amazzonia
Amazzonia

Sarebbe bene comunque dire, per onestà intellettuale, che la  deforestazione dell’Amazzonia, va avanti in forma ininterrotta sotto tutti i presidenti brasiliani da ormai due secoli. Il Governo brasiliano attuale ed Elon Musk, stanno dando insieme un importante messaggio al mondo. La speranza è che si inizi un processo di informatizzazione delle aree rurali del mondo. Così come allo stesso tempo, è auspicabile che inizi un processo di sviluppo logico della riforestazione Amazzonica.

Piantare alberi che producano cibo

Se noi scriviamo su Internet come poter piantare un albero, spunteranno informazioni che ci sollecitano a dare il nostro contributo economico al piantare un albero. Poi ci rendiamo conto che ci chiedono i soldi per piantare un albero del caffè oppure macadamia e guadagnarci sopra dei soldi. Va benissimo se piantano alberi di caffè oppure di macadamia. L’importante è che sia uno sviluppo equo e sostenibile.

Continua a navigare su Amaci.eu