Materasso a molle

Materasso a molle

di Marco Amacicasa

Hai deciso di acquistare un materasso a molle?
Stai guardando in internet il tipo di offerte che ci stanno.
Inoltre vuoi sapere come può essere realizzato.
Anche per capire quali sono le ragioni delle differenze di prezzo che hai riscontrato visitando dei negozi di materassi.

Io sono un esperto di materassi.
Lavoro nel settore del materasso da ben oltre 40 anni.
Mi sono sempre interessato del settore produzione e fornitura ai rivenditori.
Ho visto passare tante tendenze nel mondo commerciale dei materassi.
Ma quello che è sempre rimasto sul mercato è proprio il materasso a molle.

Il materasso a molle è un prodotto che ci giunge da molto lontano.
Fu Infatti realizzato per la prima volta nel 1870.
Non vi è molta chiarezza sulle origini del molleggio.
Così come sullo stesso nome bonnel.
Mentre appare meglio determinata l’origine produttiva e commerciale che si colloca negli Stati Uniti.
Resta il fatto che stiamo parlando di uno dei prodotti più affidabili.
Il materasso a molle biconiche viene realizzato con i feltri in linea, oppure i feltri chiusi, piegati sulla struttura.

La versione con il feltri a filo molle viene normalmente chiusa in una scatola di spugna.
Questa soluzione permette al materasso di non mi schiacciarsi quando uno si siede sul bordo.
Considera che il sistema ha però l’aspetto negativo di non consentire la circolazione d’aria all’interno della struttura.
Cosa quest’ultima molto negativa.
Perché uno dei grandi vantaggi del materasso a molle, è la possibilità di circolazione dell’aria.
Ho messo una fotografia di questa tecnica, in modo che tu ti possa rendere conto del limite di areazione che producono le fasce laterali di poliuretano.

L’altra tecnica di produzione, invece è quella di porre dei filtri che siano più larghi rispetto alla struttura.
Per poi piegarli sulla struttura stessa e quindi cucirli agganciandoli alle molle.
Questo sistema consente una migliore areazione del materasso.
Areazione che rallenta l’insediamento degli acari, perché l’ambiente è meno umido.
Chiaramente quando ci si siede, il bordo il materasso si schiaccia completamente.
Ma a questo c’è una soluzione, perché si utilizza su alcuni modelli una fascia perimetrale metallica.
Infine si pone normalmente un feltro per lato, di un certo spessore.
Ma nei migliori materassi si utilizza un doppio feltro.
Dove il primo feltro è in linea con le molle, mentre il secondo viene piegato per essere chiuso sulla struttura.
Concludo dicendo che mi sembrano più valide le versione attuali, che hanno sopra dei piccoli strati di Memory.

Ti possono anche interessare: